Crea sito

Calcio&Ricordi – LA ROMA DI SPALLETTI, CHE INCANTO’ L’EUROPA ED ASFALTO’ I FRANCESI

Foto Omega/Ferretti

Foto Omega/Ferretti

Stasera andrà in scena la partita di ritorno valevole per i Quarti di Finale di Europa League, tra Juventus e Lione. I bianconeri sono favoriti, sia da un maggiore tasso tecnico della rosa, ma anche per il risultato positivo della gara d’andata, disputata in terra francese (decisa dal gol di Bonucci quasi allo scadere).
Il Lione, dunque, rischia di uscire dalla competizione, per mano di una italiana; questa non è una novità.
C’è un precedente, infatti, che molti italiani ricorderanno (i tifosi giallorossi specialmente).

Champions League 2006/2007, Ottavi di Finale; a scontrarsi c’erano la spettacolare Roma di Spalletti, ed il grande Lione di Houllier.
I francesi, dominavano in patria, vincendo campionati con facilità disarmante, e in Europa, ogni anno, avevano un posto di prestigio, venendo sempre inseriti nel novero delle favorite per la vittoria finale.

La Roma di Spalletti, dal canto suo, in Italia giocava il miglior calcio, tuttavia da subito sembrava spacciata nel doppio confronto con i giganti francesi.

La partita d’andata disputata all’Olimpico, terminata 0-0, aveva fatto intravedere la grande forza dell’11 di Houllier, e il grande timore dei giocatori giallorossi.
I francesi erano sicuri di passare.
La sera dell’incontro di ritorno, alla Gerland si festeggiava con bottiglie di Champagne, ancor prima del fischio di inizio.
I vari Malouda, Govou, Fred, Juninho, Cris, Abidal, Tiago, davano l’impressione di poter asfaltare la Roma di Totti, Taddei, Mancini e Perrotta, senza alcun grattacapo.

Sembrava a tutti potesse andar a finire così…. ma le cose andarono ben diversamente.
Ecco la cronaca della partita:

Nei primissimi minuti di gioco viene annullato un gran gol a Daniele de Rossi, su assist di Totti: a detta di tutti, moviole e giornalisti di turno, un gol regolarissimo, annullato per presunto fallo del capitano.
Il Lione risente un pò delle giocate della  Roma e fatica ad uscire: la Roma di Mister Spalletti,  gioca bene e passa in vantaggio al 22′ con un gran gol di capitan Totti, che realizza il quarto gol in Champions League, su assist da sinistra di Max Tonetto.
L’Olympique Lione cerca di riprendere il controllo della partita, ma non riesce a far male alla  Roma.
I giallorossi si difendono bene e con le classiche ripartenze mettono in difficoltà i francesi.

Strepitoso show di Mancini al 44′ su cross di Totti di prima da 30 metri: Amantino Mancini ubriaca Reveillere e a tempo di samba realizza il 2 a 0.
Pronti via nel secondo tempo, i francesi cambiano Wiltord per Govou e Diarra per Kallstrom. Assaltano la porta giallorossa, dove Doni si fa trovare sempre pronto, prima su Wiltord, poi su Juninho e infine su Kallstrom.
Piove su Lione.
I giallorossi irretiscono gli avversari che cominciano a perdere il controllo: brutti i falli di Fred, prima su Mexes, poi su Chivu, al quale frattura il setto nasale con una violenta gomitata in area di rigore giallorossa.

Il tempo passa: i tifosi soffrono, ma i giallorossi sono sempre più vicini alla qualificazione. Altro brutto episodio da parte dei giocatori francesi, che dopo aver fatto un fallo, con un giallorosso a terra, non restituiscono la palla messa fuori dai romanisti. I francesi non ci stanno, ma la Roma è sempre più vicina alla vittoria.
La partita si conclude e la Roma passa ai quarti di finale di Champions League. [sololaroma.blogspot.it]

La partita perfetta, la partita vinta con sacrificio, bel gioco e voglia di fare qualcosa di importante; la “bella Roma” di Spalletti aveva sconfitto, contro ogni pronostico, il Lione.
I tifosi francesi erano increduli, non credevano ai propri occhi, eppure accadde veramente; Lione-Roma 0-2.

Ed ecco le immagini simbolo di quella grande imprese; uno, due, tre, quattro… si fa fatica anche a contarle le finte che servirono a Mancini per disorientare il malcapitato Reveillere:

Autogol al Novantesimo

di Rocco Lucio Bergantino

 

Author: Redazione Autogol al Novantesimo

Share This Post On