Crea sito

Giovani PROmesse – CRESCERE ALLA CORTE DI BUFFON: FILIPPO BERRA

Foto Francesco Lo Castro

Foto Francesco Lo Castro

Terzino classe 95′ in forza alla Carrarese, Filippo Berra è uno dei maggiori talenti prodotti dal vivaio dell’Udinese negli ultimi anni. Arrivato a Carrara in estate solo in prestito dalla società friulana per crescere e maturare, il ragazzo è riuscito da subito a ritagliarsi uno spazio da protagonista nella formazione di mister Remondina.

Capace di ricoprire più ruoli sul fronte destro del campo (impiegabile sia come terzino, sia come esterno sulla mediana in un centrocampo a 5), Berra possiede un ottima forza fisica, mescolata ad una grade intelligenza tattica, la quale gli permette di avere ottimi tempi di inserimento. Arrivato ad Udine da quando militava nella categoria degli Esordienti, con la maglia bianconera è cresciuto tanto macinando chilometri ed accumulando esperienza sui campi dei vari campionati giovanili.

Nelle ultime due stagioni, a dimostrazione del suo grande valore tecnico, è stato più volte convocato da Francesco Guidolin (ex tecnico dell’Udinese), potendo dunque prendere confidenza con il calcio dei grandi. «Sono state esperienze fantastiche, ho potuto tastare con mano o meglio con i piedi i campi che fino a pochi giorni prima sognavo e guardavo in televisione»; queste le parole del ragazzo che racconta (in una intervista esclusiva rilasciata a http://www.autogolal90.altervista.org) le emozioni provate.

Nella sua prima stagione da professionista effettivo, e lontano dal Friuli, fino a questo momento sono 8 le presenze con la maglia della squadra di Gigi Buffon (proprietario del club di Carrara). A dimostrazione della fiducia riposta in lui dal mister, c’è la sua titolarità; infatti il ragazzo ha saltato solo un match (alla seconda giornata) e disputando ben 640’ sui 720 totali, nelle partite disputate.

Un inizio ottimo, ma siamo sicuri che il prosieguo sarà ancora meglio.

Fonte: Giovani nel Calcio (www.giovaninelcalcio.wordpress.com)

di Rocco Lucio Bergantino

Author: Redazione Autogol al Novantesimo

Share This Post On