Crea sito

PREMIER LEAGUE – Convince il Chelsea, flop United

immagine tratta da www.washingtonpost.com

immagine tratta da www.washingtonpost.com

L’attesa è finita. Finalmente. Sabato 16 agosto, con aspettative altissime, è iniziata la Barclays Premier League 2014/15. La nuova edizione del massimo torneo calcistico inglese è un concentrato di top player, grandi allenatori e vere e proprie corazzate che renderanno avvincente il campionato fino al 24 maggio 2105 quando scopriremo se il Manchester City di Pellegrini sarà stato in grado di difendere la leadership con tanta fatica conquistata nella scorsa edizione. Iniziamo l’analisi della prima giornata di campionato dalla fine, dal Monday Night che ha visto il Chelsea di Mourinho espugnare il campo del neopromosso Burnley. 3-1 il risultato finale con i Blues che hanno dovuto recuperare l’iniziale svantaggio ad opera di Arfield (stop e tiro a incrociare sul palo opposto). Il gran gol dello scozzese ha scosso il Chelsea che in 17 minuti ha ribaltato e chiuso il match con le reti di Diego Costa, Schurrle e Ivanovic. Pura poesia calcistica l’azione della seconda rete con il delizioso assist di Fabregas al suo esordio ufficiale con la nuova maglia. Pratica chiusa già nei primi 45′ e nel secondo tempo il Chelsea si è limitato a controllare il match. Tra le favorite al titolo i Blues di Mourinho sono apparsi i più in palla. Vince anche il Manchester City campione in carica sul campo del Newcastle per 2 a 0. Buon primo tempo dei Citizens che hanno concluso la prima frazione in vantaggio per il gol siglato da Silva che su assist di tacco di Dzeko ha trafitto il pararigori olandese Krul. Il City è notevolmente calato alla distanza e il Newcastle ha costruito delle buone occasioni che però le giovani punte bianconere non hanno concretizzato. Il Kun Aguero, subentrato da poco, in contropiede ha messo fine alla sofferenza del City che riparte cosi con una vittoria alla difesa del titolo. Grande sofferenza anche per l’Arsenal che fresco del roboante successo in Community Shield ha trovato la vittoria casalinga sul Crystal Palace solo a pochi secondi dal termine con Aaron Ramsey dopo che i difensori Hangeland e Koscielny nella prima frazione avevano portato le squadre sull’uno a uno, Con lo stesso punteggio (2-1) il Liverpool ha avuto la meglio sul Southampton con i suoi ragazzi terribili Sterling e Sturridge entrambi in gol per non far rimpiangere Suarez. In mezzo il momentaneo pareggio di Clyne che ha concretizzato una fantastica combinazione con Tadic che gli ha fornito sulla corsa un delizioso assist di tacco. Bene il Southampton nonostante sia stato saccheggiato nella ultima sessione di mercato di tutti i suoi pezzi pregiati. La più grande sorpresa di giornata è stata la sconfitta del nuovo United targato Van Gaal ad opera dei gallesi dello Swansea. Gli uomini di Monk hanno sbancato l’Old Trafford con le reti del sud coreano Ki e di Sigurdsson. La rovesciata con la quale capitan Rooney aveva siglato il momentaneo 1-1 non è bastata per fare punti all’esordio stagionale. Lo United, ad onor di cronaca con molte defezioni, hanno anche colpito un incrocio dei pali su punizione con lo stesso Rooney. Van Gaal ha dichiarato che la sua squadra necessita di difensori di qualità e la prima partita ha evidenziato come questo non sia un suo capriccio… Tre vittorie esterne di misura dell’ Hull City (Chester), dell’Aston Villa (Weimann) e del Tottenham di Pochettino (Dier nel recupero) rispettivamente contro QPR, Stoke e West Ham. Completano la giornata i pareggi per 2-2 tra West Brom e Sunderland (da segnalare il gran gol di Cattermole per i Black Cats e la doppietta di Berahino per i padroni di casa) e tra Leicester ed Everton (a secco il bomber Lukaku). Nel prossimo weekend si inizia a fare sul serio con il big match Manchester City-Liverpool a conclusione di una giornata nella quale ci si aspetta delle conferme e una reazione dello Utd sul campo del Sunderland. di Claudio Gadaleta

Author: Redazione Autogol al Novantesimo

Share This Post On