Crea sito

Serie A – CON SEPE NON SI PASSA

Luigi-Sepe-Empoli

Immagine tratta da www.dalnapolisocceraitempinostri.it-

Una sicurezza tra i pali, e prestazioni da grande numero 1 (anche se sulle spalle porta il fedele 33), Luigi Sepe è senza dubbio una delle più piacevoli sorprese, di questa prima parte di stagione.
Arrivato in Toscana in estate con ottimi propositi e con la non totale sicurezza della titolarità (vista la presenza di Bassi nella rosa empolese) Sepe ha saputo subito prendere in mano l’Empoli, sfoderando prestazioni di spessore e sicurezza da veterano.

In estate molte erano le società interessate a lui; lo sognavano un po’ tutte le big di Serie B, ma alla fine il portiere classe ’91 è arrivato, meritatamente, nella massima serie da protagonista.

Eppure, nonostante la giovanissima età, il ragazzo prima di questa stagione aveva già iniziato ad assaporare il campo della Serie A; era il lontano 28 gennaio 2009, ed un non ancora maggiorenne Sepe (all’età di 17 anni ed 8 mesi) esordiva in Serie A con il suo amato Napoli,subentrando al 32’ a Matteo Gianello in un incontro esterno con la Fiorentina.
Poco importa che quella partita i partenopei la persero (vittoria per 2-1 della Viola), la cosa più rilevante è che da quel momento iniziava la carriera tra i professionisti di un giovane e promettente portiere.

Sono passati quasi 7 anni da quel giorno, ed il giovane ed acerbo Sepe, è cresciuto diventando un grande portiere.
Dopo il suo esordio, è rimasto per altre due stagioni al Napoli da terzo, per poi approdare nel 2011 in prestito al Pisa. Con la squadra nerazzurra, il portiere di Torre del Greco è cresciuto molto, prendendo confidenza con il peso che dà l’essere il portiere titolare designato totalizzando 35 presenze in 2 stagioni.

Dopo l’importante esperienza toscana, Luigi Sepe ha vissuto quella che potremmo definire la stagione della sua consacrazione; infatti, a Lanciano, l’estremo difensore ha vissuto momenti di grande crescita personale e sportiva, con prestazione che hanno man mano conquistato i sostenitori della squadra abruzzese.
Alla fine della stagione scorsa , con un bagaglio pieno di tanta esperienza acquisita, 40 presenze in una sola stagione, e tanti colleghi ormai diventati amici, Sepe ha lasciato Lanciano con un chiaro obbiettivo in testa: la Serie A.
Il grande legame con la sua ex squadra ed i suoi ex tifosi, è dimostrato anche da quanto successo in estate quando Sepe, che ancora non aveva trovato una squadra dove continuare il suo percorso di crescita, rifiutò il Pescara motivando la sua scelta con il profondo rispetto ed affetto nutriti per i tifosi dei rossoneri di lanciano.

Il suo arrivo ad Empoli nuovamente in prestito, dimostra quanto la società partenopea creda in lui, per un futuro neanche troppo lontano.
Per ora il suo obbiettivo è quello di far grandi cose con la maglia blu dell’Empoli …  e chissà che già nella prossima stagione, quel blu/azzurro scuro empolese possa mutare in un meno acceso azzurro partenopeo.

di Rocco Lucio Bergantino

Author: Redazione Autogol al Novantesimo

Share This Post On