Crea sito

#SpazioGiovani – BANGU, UN ASSO IN PIU’ PER MONTELLA

Immagine tratta da www.tuttomercatoweb.com / © Federico De Luca

Luzayadio Andy Bangu, centrocampista congolese classe ’97, è uno dei tanti gioiellini della formazione viola.

Arrivato in Italia quando aveva 6 anni, Andy ha iniziato tirare i primi calci nella squadra della parrocchia di Costamasnaga (paese in provincia di Lecco).
Nelle partite disputate con la sua prima squadra, Bangu è stato notato dagli osservatori dell’Atalanta i quali non se lo sono lasciati scappare (nello specifico, venne portato a Bergamo dall’osservatore Sergio Spreafico).
Andy in nerazzuro ha disputato 4 stagioni ad ottimi livelli, lasciando ovunque ottimi ricordi di sé.
Dopo i quattro anni a Bergamo, è passato alla Fiorentina (la sua attuale squadra).
Il suo trasferimento a Firenze, non è stato privo di strascichi da parte dei dirigenti della società atalantina, i quali si sono da subito resi conto di aver perso un futuro fuoriclasse.

Andando a stilarne una breve scheda tecnica, il suo modello è Andres Iniesta; in alcune cose, infatti, lo ricorda molto.
Lui brevilineo, (170cm per 57 kg di peso), ha nella precisione palla al piede, nella visione di gioco e nel dribbling, i suoi cavalli di battaglia.
Può svolgere più ruoli sulla mediana del campo; tuttavia quello davanti alla difesa è il posto in campo più consono alle sue caratteristiche.
Trovandosi nel vivo del gioco, difatti, può dare sfoggio dei suoi grandi colpi, aiutando la squadra e influendo in prima persona sulle partite.

Strepitoso lo score della stagione scorsa con 36 presenze e ben 21 reti, oltre a prestazioni di grande classe.
In questa stagione oltre alle ottime prestazioni con la Primavera viola, è arrivata anche la convocazione per la partita di Europa League, in programma domani (la quale vedrà gli uomini di Montella, affrontare la Dinamo Minsk).

Un vero e proprio talento, il quale ha davanti a sé una carriera lunga e, immaginiamo, di alto livello. Una cosa è certa; sentiremo parlare in futuro di Andy Bangu.

Author: Redazione Autogol al Novantesimo

Share This Post On